venezia

Caso Battisti: Sabbadin incontra il sindaco di San Paolo del Brasile

Lo staff del sindaco di Venezia fa incontrare Adriano Sabbadin con il sindaco di San Paolo del Brasile Joao Doria all'aeroporto Marco Polo e il sudamericano dichiara: "l'estradizione deve essere fatta".

Adriano Sabbadin si è precipitato a Tessera, quando il capo di gabinetto di Luigi Brugnaro, Morris Ceron lo ha chiamato per farlo incontrare con il sindaco di San Paolo. Doria lo ha abbracciato rivolgendogli un "saluto dal Brasile buono". "Siamo solidali con voi- ha continuato - Battisti è un criminale. Ho visto quelle immagini. Sono disgustose". Sabbabin ha risposto che ha ancora davanti agli occhi il grembiule della madre con il sangue del padre Lino , mentre lo teneva tra le braccia. Neanche una bestia è stata uccisa come papà." Poi Sabbadin ha telefonato a Maurizio Campagna, fratello dell'agente della Digos Andrea, ucciso dai Pac, per il quale Cesare Battisti è stato condannato ad un altro ergastolo in contumacia. Il sindaco ha promesso: "Appena rimetterò piede in Brasile dichiarerò immediatamente che questo criminale deve essere estradato per farlo ritornare in italia".

Categoria: